Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Fatti riconoscere
This Logo Viewlet registered to qPloneSkinBusiness4 product
Tu sei qui: Home Democratici Nel Mondo ONDA DEMOCRATICA UCRAINA: INDAGATO IL BRACCIO DESTRO DI JULIJA TYMOSHENKO

UCRAINA: INDAGATO IL BRACCIO DESTRO DI JULIJA TYMOSHENKO

La Procuratura Generale apre un'inchiesta nei confronti del Vice-Capo del principale partito dell'Opposizione Democratica, Oleksandr Turchynov, per concessione illecita di immobili nel periodo trascorso a capo dei Servizi Segreti. Arrestato l'ennesimo esponente di spicco del campo arancione per abuso d'ufficio. Le proteste delle diplomazie europee e degli USA.
UCRAINA: INDAGATO IL BRACCIO DESTRO DI JULIJA TYMOSHENKO

Il Vice-Capo di Bat'kivshchyna, Oleksandr Turchynov

Dopo la Leader dell'Opposizione Democratica, davanti ai giudici anche il suo braccio destro operativo. Mercoledì, 4 Aprile, la Procura Generale ucraina ha aperto un'inchiesta nei confronti di Oleksandr Turchynov: gregario politico di una vita di Julija Tymoshenko - oggi detenuta in isolamento presso una colonia penale di periferia - e factotum del principale partito del campo arancione, Bat'kivshchyna.

Come riportato dal Capo della Sezione della Procura Generale per le questioni di massima importanza, Andrij Kurys' durante una conferenza stampa, Turchynov è indagato per concessione di illecita di immobili a giornalisti durante il periodo passato a capo dei Servizi Segreti. Secondo l'autorevole agenzia Ukrajins'ki Novyny, questa accusa potrebbe portare in tempi brevi all'apertura di un procedimento giudiziario.

"E' una manovra politica approntata ad hoc per dividere l'Opposizione Democratica che si è finalmente unita - ha risposto, con una nota, Bat'kivshchyna - e per discreditarne il suo primo Vice-Leader. Indagini su Turchynov sono già stata fatte in anni passati, senza mai dare risultati. L'ex-Capo dei Servizi Segreti ha concesso alloggi solo a membri del personale dell'ente da lui presieduto".

A scuotere l'Opposizione Democratica è stata anche la sentenza di Primo Grado che, giovedì, 5 Aprile, ha condannato a tre anni di detenzione l'ex-Ministro dell'Ambiente Heorhij Filipchuk: esponente del secondo Governo di Julija Tymoshenko, dal 18 Dicembre 2007 all'11 Marzo 2010, accusato di abuso d'ufficio durante la rescissione del contratto per lo sfruttamento dei bacini di gas nel Mar Nero.

Filipchuk è uno della decina di esponenti dell'Opposizione Democratica ucraina che, dalla salita al potere del Presidente Viktor Janukovych, nel Marzo 2010, è stata vittima di processi politici, spesso culminati con arresti eccellenti ed esili forzati in seguito alla conduzione di procedimenti giudiziari dalla palese irregolarità.

A causa di ciò, Janukovych si è trovato sempre più isolato a livello internazionale come dimostrato dal congelamento della firma dell'Accordo di Associazione UE-Ucraina: un documento storico che avrebbe concesso a Kyiv lo status di partner privilegiato di Bruxelles oggi goduto da Islanda, Norvegia, e Svizzera.

Forte condanna è stata ribadita nei giorni scorsi dai Ministeri degli Esteri di Gran Bretagna, Francia, Polonia e Germania, che hanno evidenziato come una simile Ucraina non possa ambire all'integrazione nell'Unione Europea. Monito a Janukovych è stato esposto anche dal Presidente degli Stati Uniti d'America, Barack Obama, che ha sottolineato l'attenzione riposta da Washington all'evolversi dello stato del rispetto della democrazia e dei diritti umani a Kyiv.

Matteo Cazzulani

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Prove di coalizione, ma il Rosatellum è funzionale ad un futuro Governo Renzi-Berlusconi

di Paolo Bodini. Mentre le varie forze politiche si sentono già in campagna elettorale ed entro il mese di dicembre stringono i tempi per gli apparentamenti ( più che per vere e proprie coalizioni); mentre la temperatura sale e le polemiche si fanno più aggressive su tutti i media, il cittadino elettore è indotto a pensare che nel tripolarismo italiano i tre poli - Forza Italia con Salvini e Meloni, PD di Renzi con i suoi nuovi "cespugli", Movimento 5 Stelle - siano davvero alternativi tra di loro. Purtroppo non è così. Ad affossare la logica dell'alternanza viene in aiuto la nuova Legge elettorale, il Rosatellum, fatto passare in Parlamento a colpi di fiducia. Il Rosatellum è predisposto in modo da favorire, se non rendere inevitabile, l'accordo di Governo tra Renzi e Berlusconi. Ecco perchè. continua>>
Altro…