Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Fatti riconoscere
This Logo Viewlet registered to qPloneSkinBusiness4 product
Tu sei qui: Home Democratici Nel Mondo EUROPA

EUROPA

LA SLOVACCHIA VERSO UN GOVERNO TUTTO SOCIALDEMOCRATICO

LA SLOVACCHIA VERSO UN GOVERNO TUTTO SOCIALDEMOCRATICO

Nelle elezioni parlamentari slovacche anticipate, il Partito SMER raccoglie la maggioranza assoluta dei seggi in Parlamento, e consente al suo Segretario, Robert Fico, la formazione di un esecutivo senza alleati, per la prima volta nella storia del suo Paese. Già alla guida del Paese tra il 2006 e il 2010, quando si è distinto per i proclami xenofobi contro la minoranza ungherese e le leggi-bavaglio nei confronti dei mezzi di informazione, il nuovo Premier ha promesso l'aumento delle tasse per ridurre il deficit e garantire il welfare state.

Leggi il resto

LA FINE DELLA MAFIA SERBA?

LA FINE DELLA MAFIA SERBA?

L’arresto in Spagna di quattro cittadini serbi sospettati di essere alla guida di una delle più potenti organizzazioni criminali dei Balcani, il famigerato clan di Zemun, ha inferto un duro colpo alla criminalità organizzata della regione. Ma è veramente finita?

Leggi il resto

SAAKASHVILI CRITICA I PROGETTI IMPERIALI DELLA RUSSIA MONOPOLISTA

SAAKASHVILI CRITICA I PROGETTI IMPERIALI DELLA RUSSIA MONOPOLISTA

II Presidente georgiano invita i Paesi del Caucaso e quelli ex-Unione Sovietica a fare fronte comune per contrastare i piani egemonici della Russia monopolista.

Leggi il resto

LA SERBIA OTTIENE LO STATUS DI CANDIDATO UE

LA SERBIA OTTIENE LO STATUS DI CANDIDATO UE

Finalmente l’annuncio è arrivato: la Repubblica di Serbia è ufficialmente un Paese Candidato all’ingresso in Unione Europea. A comunicarlo è stato, tramite Twitter, il Presidente del Consiglio Europeo Hermann Van Rompuy: il “cinguettio” della sera del 1 marzo 2012 entrerà probabilmente nella storia del popolo serbo, anche se fino all’ultimo si è temuto l’ennesimo rinvio.

Leggi il resto

VLADIMIR PUTIN DI NUOVO AL CREMLINO: I RISCHI PER L'UNIONE EUROPEA

VLADIMIR PUTIN DI NUOVO AL CREMLINO: I RISCHI PER L'UNIONE EUROPEA

Brogli e irregolarità elettorali riconsegnano la presidenza della Russia all'ex-Premier con il 63% dei consensi. I pericoli per l'Europa derivati dal costituirsi di una Russia forte.

Leggi il resto

Da Hannover, una pagina di storia cancellata

Da Hannover, una pagina di storia cancellata

C.A.I. (Comitato di Assistenza Italiana): Una pagina di storia italiana ad Hannover, fatta di onestà e trasparenza chiude le porte per mancanza di contributi da parte del Nostro Governo

Leggi il resto

ELEZIONI PRESIDENZIALI RUSSE: VLADIMIR PUTIN SENZA OSTACOLI VERSO LA RIELEZIONE

ELEZIONI PRESIDENZIALI RUSSE: VLADIMIR PUTIN SENZA OSTACOLI VERSO LA RIELEZIONE

Senza la partecipazione di candidati liberali e dissidenti, le Elezioni Presidenziali Russe si apprestano a incoronare per la terza volta lo Zar del Gas sullo scranno del Cremlino. Il ritratto dei rivali nella consultazione elettorale.

Leggi il resto

BIELORUSSIA E UCRAINA DICHIARANO GUERRA DIPLOMATICA ALL'UNIONE EUROPEA

BIELORUSSIA E UCRAINA DICHIARANO GUERRA DIPLOMATICA ALL'UNIONE EUROPEA

Il dittatore bielorusso, Aljaksandar Lukashenka, risponde alle sanzioni applicate dall'UE contro alte Autorità del suo Paese ree di reprimere il dissenso e la democrazia con il ritiro dei propri Ambasciatori da Varsavia e Bruxelles. La risposta speculare dell'Europa - che ritira i Rappresentanti di tutti i 27 suoi Paesi da Minsk - e la reazione del Gruppo di Weimar. Il Ministero degli Esteri ucraino denuncia l'intrusione nelle proprie questioni politiche interne da parte dell'Ambasciatore UE, José Manuel Pinto Teixeira. Bruxelles difende il proprio rappresentante, reo di avere espresso analisi obiettive sulla critica situazione nel Paese.

Leggi il resto

CONDANNATO ANCHE JURIJ LUCENKO: CON LA TYMOSHENKO HA GUIDATO LA RIVOLUZIONE ARANCIONE

CONDANNATO ANCHE JURIJ LUCENKO: CON LA TYMOSHENKO HA GUIDATO LA RIVOLUZIONE ARANCIONE

L'ex-Ministro degli Interni condannato a quattro anni di reclusione e alla confisca dei beni immobili. Dopo La carismatica ex-Primo Ministro, è la seconda guida del processo democratico ucraino del 2004 ad essere vittima della repressione politica organizzata del regime del Presidente, Viktor Janukovych. L'Occidente protesta

Leggi il resto

GRECIA - Nuova droga economica e devastante, frutto della crisi economica

GRECIA - Nuova droga economica e devastante, frutto della crisi economica

E' composta da detergente e liquido delle batterie e si assume fumandola con una pipa. E' la "sisa", la nuova droga arrivata sul mercato greco da poco più di un anno, venduta a 2-3 euro a dose, che si sta diffondendo tra i tossicomani ellenici.

Leggi il resto

La riforma del mercato del lavoro in Spagna

La riforma del mercato del lavoro in Spagna

La Riforma mercato del lavoro in Spagna vista da N.Nicolosi della Cgil Nazionale La nota in allegato redatta delle due maggiori centrali sindacali, CC.OO. e UGT, della Spagna, è un chiaro ed inequivocabile segnale di come si vuole piegare il mercato del lavoro nel continente europeo.

Leggi il resto

VLADIMIR PUTIN PROMETTE IL RIARMO DELLA RUSSIA

VLADIMIR PUTIN PROMETTE IL RIARMO DELLA RUSSIA

Nel sesto articolo dedicato al programma elettorale del Primo Ministro russo per le prossime elezioni presidenziali pubblicato sulla stampa locale, il principale candidato promette maggiori spese per l'acquisto di armamenti in chiave anti-Occidentale. Le recenti provocazioni nei confronti dell'Occidente e le precedenti promesse elettorali di una Federazione Russia che appare sempre più imperiale e monopolista

Leggi il resto

LA LETTONIA DICE NO AL RUSSO COME LINGUA DI STATO

LA LETTONIA DICE NO AL RUSSO COME LINGUA DI STATO

L'80% dei lettoni rigetta la proposta di rendere il Paese baltico ufficialmente bilingue. Secondo i vincitori della consultazione, la diminuzione dell'importanza del lettone favorirebbe la politica imperiale della Russia, mentre la minoranza russofona evidenzia la scarsa conoscenza dell'idioma ufficiale da parte di una percentuale consistente della popolazione. La polemica tra Ministero degli Esteri di Mosca e Riga, e gli altri esempi di come la questione linguistica sia utilizzata dal Cremlino per legittimare le rinate ambizioni monopolistiche sull'Europa

Leggi il resto

A Berlino è caduto un angelo| R. Balmelli

A Berlino è caduto un angelo| R. Balmelli

SCHELETRI. "E' caduto un angelo" - ha detto un ispirato giornalista tedesco nel commentare lo scandalo che ha travolto il presidente Christian Wulff. Il richiamo al film di Wenders " Il cielo sopra Berlino" con i due angeli che si interrogano sul passato, presente e futuro del paese coglie nel segno.

Leggi il resto

Salviamo i corsi di Lingua e Cultura italiana

Salviamo i corsi di Lingua e Cultura italiana

Salviamo i corsi di Lingua e Cultura italiana Le Fondazioni Fopras e ECAP hanno lanciato nell'autunno scorso l'allarme sul futuro dei Corsi di Lingua Italiana a seguito della drastica riduzione (-54%) del contributo previsto dal Ministero degli Affari Esteri per gli enti gestori dei corsi, che determina il rischio della loro chiusura alla fine dell'anno scolastico 2011-2012.

Leggi il resto

Entre dictature des marchés financiers et «Europe allemande»

Entre dictature des marchés financiers et  «Europe allemande»

La crise internationale n’est pas qu’économique et financière, elle concerne les rapports de force politiques dans un monde globalisé. Derrière ce qu’on appelle “les marchés” il n’y a pas que des forces anonymes mais différentes expressions du capital financier mondial : les puissants lobbies financiers basés aux USA ainsi que les agences de notation, proches du parti républicain, dominent les marchés depuis trente ans et n’ont jamais accepté le projet de création d’une monnaie unique européenne, capable de limiter le poids du dollar comme monnaie de réserve et de symboliser l’Union de l’Europe.

Leggi il resto

JURIJ LUCENKO E JULIJA TYMOSHENKO: LA DEMOCRAZIA IN UCRAINA E' SEMPRE PIU' DEBOLE

JURIJ LUCENKO E JULIJA TYMOSHENKO: LA DEMOCRAZIA IN UCRAINA E' SEMPRE PIU' DEBOLE

Per l'ex-Ministro degli Interni - in detenzione preventiva dal 26 Dicembre 2010 - chiesti quattro anni e mezzo di carcere nonostante le deposizioni a favore dell'innocenza dell'imputato da parte di quasi tutti i testimoni. Le autorità carcerarie ostacolano le visite dell'équipe di medici occidentali alla Leader dell'Opposizione Democratica richiesta da una mobilitazione europea.

Leggi il resto

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

La nostra Europa: unita, democratica e solidale o non sarà

di Marco Pezzoni. A sessant'anni dai Trattati di Roma l'Unione Europea ha perso la sua spinta propulsiva, la sua parabola comincia a declinare. Dai 6 Paesi fondatori si è allargata fino a comprenderne 28, per poi cominciare a perdere pezzi con la Brexit e ad arenarsi sul culto dell'austerità in economia. Da “gigante economico e nano politico”, quale è stata definita, con la più recente globalizzazione comincia ad essere messa in discussione anche la sua forza competitiva sui mercati mondiali, la sua capacità di creare lavoro e garantire un modello di welfare universale e inclusivo. Le nuove sfide globali la trovano impreparata e divisa: la finanziarizzazione dell'economia; un disordine internazionale caratterizzato da un multipolarismo anarchico e turbolento che vede emergere nuove potenze mondiali, Cina innanzitutto; Il Medioriente in fiamme; ondate migratorie crescenti. A metà del guado, l'Europa non ha più la volontà di completare la sua rivoluzione democratica costituendosi in Stati Uniti d'Europa. continua>>
Altro…