Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Fatti riconoscere
This Logo Viewlet registered to qPloneSkinBusiness4 product
Tu sei qui: Home Democratici Nel Mondo EUROPA Russia

Russia

La Russia al voto per rinnovare il Parlamento

La Russia al voto per rinnovare il Parlamento

Domenica 18 settembre i cittadini russi sono chiamati a votare per rinnovare la Duma, il loro Parlamento. Anche gli abitanti della Crimea, dopo l'annessione, potranno votare e concorrere alle elezioni della Duma. Mentre i cittadini russi in Ucraina trovano ostacoli burocratici che sconfinano in una sorta di boicottaggio da parte del Governo di Kiev. La carica di Putin non è in gioco in queste elezioni parlamentari, mentre è a rischio quella del primo ministro Medvedev se il partito suo e di Putin non si piazza solidamente al primo posto. Le elezioni parlamentari sono infatti la prova generale delle future elezioni presidenziali e Putin è sempre pronto a far pagare al Governo le difficoltà economiche attuali e il crescente astensionismo.

Leggi il resto

RUSSIA - Tribunale oscura video Pussy Riot

RUSSIA - Tribunale oscura video Pussy Riot

Un tribunale di Mosca ha giudicato "estremistici" alcuni video delle Pussy Riot circolanti su Internet e ha ordinato "restrizioni al loro accesso".

Leggi il resto

PUTIN SI INSEDIA: LA RUSSIA E' SEMPRE LA STESSA

PUTIN SI INSEDIA: LA RUSSIA E' SEMPRE LA STESSA

In una cerimonia dallo stile imperiale, il Presidente russo si insedia con la promessa di accrescere il ruolo di Mosca nella politica mondiale. Represse le manifestazioni delle opposizioni con circa 600 arresti e la detenzione dei Leader del dissenso.

Leggi il resto

LA RUSSIA RIALZA LA TENSIONE CON L'OCCIDENTE ALLA VIGILIA DELL'INSEDIAMENTO DI PUTIN

LA RUSSIA RIALZA LA TENSIONE CON L'OCCIDENTE ALLA VIGILIA DELL'INSEDIAMENTO DI PUTIN

Le Forze Armate russe minacciano attacchi militari per contrastare la realizzazione del sistema di difesa antimissilistico della NATO nel Vecchio Continente. la prova di forza alla base delle minacce di Mosca.

Leggi il resto

VLADIMIR PUTIN DI NUOVO AL CREMLINO: I RISCHI PER L'UNIONE EUROPEA

VLADIMIR PUTIN DI NUOVO AL CREMLINO: I RISCHI PER L'UNIONE EUROPEA

Brogli e irregolarità elettorali riconsegnano la presidenza della Russia all'ex-Premier con il 63% dei consensi. I pericoli per l'Europa derivati dal costituirsi di una Russia forte.

Leggi il resto

ELEZIONI PRESIDENZIALI RUSSE: VLADIMIR PUTIN SENZA OSTACOLI VERSO LA RIELEZIONE

ELEZIONI PRESIDENZIALI RUSSE: VLADIMIR PUTIN SENZA OSTACOLI VERSO LA RIELEZIONE

Senza la partecipazione di candidati liberali e dissidenti, le Elezioni Presidenziali Russe si apprestano a incoronare per la terza volta lo Zar del Gas sullo scranno del Cremlino. Il ritratto dei rivali nella consultazione elettorale.

Leggi il resto

VLADIMIR PUTIN PROMETTE IL RIARMO DELLA RUSSIA

VLADIMIR PUTIN PROMETTE IL RIARMO DELLA RUSSIA

Nel sesto articolo dedicato al programma elettorale del Primo Ministro russo per le prossime elezioni presidenziali pubblicato sulla stampa locale, il principale candidato promette maggiori spese per l'acquisto di armamenti in chiave anti-Occidentale. Le recenti provocazioni nei confronti dell'Occidente e le precedenti promesse elettorali di una Federazione Russia che appare sempre più imperiale e monopolista

Leggi il resto

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

La nostra Europa: unita, democratica e solidale o non sarà

di Marco Pezzoni. A sessant'anni dai Trattati di Roma l'Unione Europea ha perso la sua spinta propulsiva, la sua parabola comincia a declinare. Dai 6 Paesi fondatori si è allargata fino a comprenderne 28, per poi cominciare a perdere pezzi con la Brexit e ad arenarsi sul culto dell'austerità in economia. Da “gigante economico e nano politico”, quale è stata definita, con la più recente globalizzazione comincia ad essere messa in discussione anche la sua forza competitiva sui mercati mondiali, la sua capacità di creare lavoro e garantire un modello di welfare universale e inclusivo. Le nuove sfide globali la trovano impreparata e divisa: la finanziarizzazione dell'economia; un disordine internazionale caratterizzato da un multipolarismo anarchico e turbolento che vede emergere nuove potenze mondiali, Cina innanzitutto; Il Medioriente in fiamme; ondate migratorie crescenti. A metà del guado, l'Europa non ha più la volontà di completare la sua rivoluzione democratica costituendosi in Stati Uniti d'Europa. continua>>
Altro…