Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Fatti riconoscere
This Logo Viewlet registered to qPloneSkinBusiness4 product
Tu sei qui: Home Democratici Nel Mondo

Democratici Nel Mondo

Appello per imporre alla Siria e in Siria un cessate il fuoco immediato

Appello per imporre alla Siria e in Siria un cessate il fuoco immediato

di Marco Pezzoni. La città siriana di Homs è come Guernica, la città spagnola bombardata da Hitler durante la guerra civile spagnola. Le vittime sono soprattutto civili. Il regime di al Assad pensa di regolare i conti con le opposizioni solo sul terreno della forza militare, aiutato dai pasdaran iraniani e dagli Hezbollah libanesi. E che fa la diplomazia degli Stati Uniti e dell'Europa : attende che la Russia di Putin si decida a co-convocare in accordo con al Assad una seconda Conferenza di pace a Ginevra. Quando ? Quando al Assad avrà vinto. Non c'è alternativa a questa cinica realpolitik ? Con l'appello che pubblichiamo di seguito, sottoscritto anche da padre Paolo Dall'Oglio, che pure chiede ben altro e cioè di armare i ribelli, la Tavola della Pace di Cremona propone una via radicalmente politica e nonviolenta, basata sul Diritto internazionale.

Leggi il resto

A Firenze il Festival d'Europa 2013 per l'anno europeo dei cittadini

A Firenze il Festival d'Europa 2013 per l'anno europeo dei cittadini

di Marco Pezzoni. Nella ricorrenza della Giornata dell'Europa, in ricordo della Dichiarazione Schuman del 9 maggio 1950, segnaliamo il ritorno a Firenze del Festival d'Europa con decine di appuntamenti culturali, artistici, sportivi e politici. Protagoniste le Università che propongono riflessioni sulla crisi dell'eurozona e sul futuro dell'Unione europea tra regressioni nazionalistiche e difficoltà di autentica integrazione politica. Al convegno " L'Europa in bilico" partecipano tra gli altri Emanuele Parsi, Sergio Fabbrini e Mario Telò , l 'autore dell'idea di Europa come potenza civile.

Leggi il resto

"PACEM IN TERRIS", L'ENCICLICA DELLA DIGNITA' UMANA

"PACEM IN TERRIS", L'ENCICLICA DELLA DIGNITA' UMANA

di Giampiero Forcesi. L'11 aprile 1963, in piena guerra fredda, veniva resa pubblica la " Pacem in Terris", l'ultima Enciclica di Giovanni XXIII. Nel 50° anniversario, in tante parti del mondo si sono tenute iniziative di rilievo, di tipo teologico, storico, politico e persino diplomatico. In questo articolo, pubblicato dal sito c3dem.it ( Costituzione, Concilio, Cittadinanza) la parola viene data ad un insieme di gruppi ecclesiali che nei giorni scorsi si sono riuniti a Roma per confrontarsi sulle utopie o, meglio, sulle profezie della " Pacem in Terris" letta come un rovesciamento nel rapporto chiesa-mondo, come impulso alla delegittimazione teologica e politica della " guerra giusta", come riconoscimento universale dei diritti umani, dell'importanza del ruolo dell'ONU come autorità sovranazionale, della necessità e indispensabilità della cittadinanza mondiale. All'assemblea sono intervenuti, tra gli altri, la biblista Rosanna Virgili, il teologo Giovanni Cereti lo storico Daniele Menozzi, il direttore di Nigrizia, Efrem Tresoldi, la suora domenicana Antonietta Potente, i vescovi Bettazzi e Mogavero.

Leggi il resto

Commercio di armi : l'ONU approva il Trattato, contrari dittatori e lobby

Commercio di armi : l'ONU approva il Trattato, contrari dittatori e lobby

di Unimondo. Fortemente voluto da associazioni e movimenti della società civile mondiale, martedì 2 aprile il Trattato sul commercio delle armi è stato finalmente approvato dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite. Si tratta di un primo passo, con limitazioni che andranno superate nel tempo; ma intanto il controllo della vendita di armi entra a far parte delle nuove regole internazionali, giuridicamente fondate sul Diritto promosso e garantito dall'ONU. Adesso ogni singolo Stato è chiamato a ratificare il Trattato: perchè entri in vigore occorrono 50 Stati. Da quel momento sarà vietata la vendita di armi a Stati che violano gli embarghi, che calpestano i diritti umani, che trafficano con mafie e terroristi. In questo articolo la "Rete italiana per il Disarmo" invita il Parlamento italiano ad una pronta ratifica.

Leggi il resto

TORINO. BIENNALE DELLA DEMOCRAZIA 2013: LE UTOPIE POSSIBILI

TORINO. BIENNALE DELLA DEMOCRAZIA 2013: LE UTOPIE POSSIBILI

di Marco Pezzoni. Dal 10 aprile, per 5 giorni, va in scena a Torino la terza interessante edizione della Biennale Democrazia, ispirata sin dalla prima edizione del 2009 a Norberto Bobbio. Tema scelto : le utopie . Possibili ? Impossibili ? " Necessarie", sostiene Gustavo Zagrebelsky, anima e coordinatore della Manifestazione torinese: " Frammenti di utopia abitano il tempo presente. Si manifestano attraverso nuove pratiche di produzione e di scambio, nel crescente ruolo sociale delle donne, in movimenti che trovano nel web e nei social network strumenti di espressione. La innovazione scientifica e tecnologica modifica a ritmi accelerati le potenzialità umane e il rapporto tra uomo e natura, proponendo mondi seduttivi, rispetto ai quali è importante recuperare la nostra capacità di giudicare la bontà dei fini. " 150 gli incontri previsti. Di seguito le indicazioni per accedere al Programma.

Leggi il resto

Papa Francesco nel 2010 testimone al processo contro la dittatura in Argentina

Papa Francesco nel 2010 testimone al processo contro la dittatura in Argentina

di Marco Pezzoni. Non si era ancora spento lo stupore per la novità del primo Papa proveniente dall'America Latina, che già in Argentina sono circolate ombre sul passato di Jorge Bergoglio ai tempi della dittatura militare. Notizie subito riprese da importanti giornali degli Stati Uniti. Gli opportuni chiarimenti sono venuti dagli stessi ambienti laici e democratici che si opposero con forza negli anni 70' alla dittatura militare di Videla. Il quotidiano di Buenos Aires El Clarin ha pubblicato in rete dei video che mostrano proprio Bergoglio, allora arcivescovo della capitale argentina, testimoniare l'8 novembre 2010 davanti ai giudici del Tribunale Federale al processo pubblico sui crimini commessi dalla dittatura, in particolare sul sequestro di due gesuiti e sulla sua azione per chiederne la liberazione.

Leggi il resto

A Milano il XXVI° Congresso del Movimento Federalista Europeo

A Milano il XXVI° Congresso del Movimento Federalista Europeo

di Marco Pezzoni. Dal 22 al 24 marzo 2013 si è tenuto a Milano il 26° Congresso nazionale del M.F.E. a 70 anni dalla sua fondazione, avvenuta in clandestinità ad opera di personalità quali Altiero Spinelli, Eugenio Colorni, Ernesto Rossi, Ursula Hirschmann, Vittorio Foa, Franco Venturi, Manlio Rossi Doria. Per questo nella mattinata di venerdì 22 marzo a Palazzo Marino si è tenuta la Manifestazione ufficiale in ricordo di quell'avvenimento. Ma oggi cosa rimane di quel progetto e di quella grande speranza ? Nell'Europa dei populismi, dei separatismi, dei nazionalismi rischia di perdere credibilità non solo l'euro come moneta comune ma lo stesso processo di integrazione politica. Il Movimento Federalista Europeo saprà rilanciarlo con efficacia ?

Leggi il resto

"FINALE DI PARTITA. TRAMONTO DI UNA REPUBBLICA"

 "FINALE DI PARTITA. TRAMONTO DI UNA REPUBBLICA"

di Marco Pezzoni. Pubblicato appena prima delle elezioni politiche italiane del 2013, il libro di Gianfranco Pasquino sembra già nel titolo una consapevole premonizione : " Finale di partita. Tramonto di una Repubblica" . Quella che tramonta è in realtà una Seconda Repubblica mai nata. Quello che ci aspetta è un tempo difficile tra inadeguatezza dei partiti, venti gelidi dell'antipolitica, tentazioni di inventarci nuove improbabili scorciatoie. Eppure in altri Paesi europei la democrazia dell'alternanza funziona...

Leggi il resto

Giuseppe Dossetti: l'uomo delle due Costituzioni

Giuseppe Dossetti: l'uomo delle due Costituzioni

di Franco Verdi. Nel centenario della nascita, numerose e significative sono state le iniziative nazionali in ricordo di Giuseppe Dossetti, uno dei padri della Costituzione italiana e poi, come perito conciliare, uno dei protagonisti con il cardinale Lercaro delle pagine più coraggiose della Costituzione Lumen Gentium. In questo articolo si analizza l'originalità del pensiero politico di Dossetti, il suo contributo al cattolicesimo democratico italiano, la sua capacità di interpretare e testimoniare un cristianesimo radicale a partire dalle novità del Concilio Vaticano II.

Leggi il resto

CHARLES LANDRY : LA CITTA' CREATIVA "PER" IL MONDO .

CHARLES LANDRY : LA CITTA' CREATIVA "PER" IL MONDO .

FORUM PA, il Forum italiano che si occupa di Pubblica Amministrazione, sta dando sempre più spazio ai nuovi orientamenti internazionali in materia di governace e modernizzazione, scoprendo che al primo posto c'è l'intelligenza umana, il pensiero, la creatività. La prospettiva delle smart cities, delle città intelligenti, ha bisogno di nuove tecnologie ma anche, se non soprattutto, di persone che le sappiano usare in una visione e in una pratica amica dell'ambiente, della salute dei cittadini, della buona occupazione per i giovani. L'urbanista Charles Landry è uno dei grandi saggi che ha disegnato percorsi e lavorato per questo futuro più umano e solidale : la città del futuro è "nel" mondo, ma soprattutto "per" il mondo.

Leggi il resto

LA STRAORDINARIA ATTUALITA' DI GANDHI

LA STRAORDINARIA ATTUALITA' DI GANDHI

di Mao Valpiana, presidente Movimento Nonviolento di Verona. Gandhi è l'uomo che non solo ha riscattato l'India e milioni di poveri, ha riscattato il XX secolo. Con lui la nonviolenza diventa cultura politica e pratica efficace contro la tentazione della forza. La guerra viene delegittimata sia sul piano religioso, che etico e giuridico : il pacifismo, che si ispira al suo pensiero e alla sua azione, ha bisogno non solo di un diritto internazionale sempre più autorevole e condiviso, ma della coscienza attiva dei popoli e dei singoli per umanizzare la storia e la società.

Leggi il resto

Giornata della memoria: banalità e stupidità del male

Giornata della memoria: banalità e stupidità del male

di Marco Pezzoni. Di fronte alla immane tragedia dell'olocausto è bene esercitare la memoria e il pensiero. Dialogare con le riflessioni di Hannah Arendt e Dietrich Bonhoeffer per cominciare a capire quali baratri nasconda la banalità del male, il fascino della potenza del potere verso milioni di persone che rivelano deficit umano e forme perverse di intelligenza subalterna. Solo così forse si può cominciare a capire come sia stato possibile che nel cuore cristiano dell'Europa, nella colta e progredita Germania, prima si sia affermato il nazismo e poi sia stata pianificata una violenza programmatica finalizzata allo sterminio di massa .

Leggi il resto

In Israele l'ascesa dei centristi ferma la destra. Mons Shomali: ci aspettiamo un cambiamento.

In Israele l'ascesa dei centristi ferma la destra. Mons Shomali: ci aspettiamo un cambiamento.

Intervista a William Hanna Shomali, vescovo ausiliare di Gerusalemme, dopo che i risultati elettorali hanno sancito in Israele un quasi pareggio tra centrodestra e centrosinistra . L'elevata partecipazione al voto ha smentito gran parte dei sondaggi che davano per sicura e con grandi margini la vittoria di Netaniahu e della destra sua alleata. Sarà ancora Netaniahu a guidare il governo ma avrà bisogno dei nuovi alleati centristi, soprattutto della rivelazione di queste elezioni : il giornalista televisivo Yair Lapid, leader del nuovo partito "Yesh Atid " che si è piazzato secondo con 20 seggi alla Knesset. In questa intervista alla Radio Vaticana mons Shomali, vescovo ausiliare di Gerusalemme, si mostra forse " volutamente" ottimista e fiducioso di veri cambiamenti.

Leggi il resto

Israele al voto: ecco i partiti in corsa, ma è sempre più destra ?

Israele al voto: ecco i partiti in corsa, ma è sempre più destra ?

Pubblichiamo di seguito il quadro dei partiti che, in Israele, partecipano alle elezioni politiche di martedì 22 gennaio 2013 . Si tratta di un elenco che riporta il significato del nome di ogni singola formazione, dei loro slogan e leader, delle loro possibili alleanze, a cura della redazione di Formiche, settore studi diplomatici. Vincitore annunciato Netanyahu e il suo alleato Lieberman, col quale presenta una lista comune. Colpisce la persistente debolezza del partito laburista. La crescita del numero delle formazioni di destra ultraortodossa e quella dei coloni guidata da un aggressivo Naftali Bennett. Gli arabi-palestinesi con diritto di voto, in quanto cittadini di Israele, sono il 20% dell'elettorato ma potrebbero essere sempre più tentati dall'astensionismo.

Leggi il resto

Fermare il contagio islamista tra Mali e Algeria

Fermare il contagio islamista tra Mali e Algeria

di Roberto Menotti. Che sta succedendo nel Nord del Mali ? E' l'esplosione improvvisa di azioni terroristiche che si ispirano ad Al Quaeda, oppure é l'emersione di rivendicazioni indipendentiste di minoranze Touareg ? O ancora di più è il sovrapporsi di sommovimenti e processi più profondi e complessi che si intrecciano con il dopo-Gheddafi, i nuovi conflitti politici e ideologici innescati dalle "primavere" arabe e dal ramificarsi in tutto il Nord Africa, fino alla Nigeria, delle tendenze salafite più radicali ? Il rischio di un nuovo Afghanistan non è poi così lontano, se si conta sulla sola opzione militare . In questo articolo, la versione integrale è nella rivista Aspenia, si cominciano a dare prime parziali risposte.

Leggi il resto

Usa: quello del prof è il lavoro meno stressante

Usa: quello del prof è il lavoro meno stressante

Secondo il sito di ricerca di personale CareerCast i docenti universitari sono i meno stressati di tutti, seguiti dai sarti. All'opposto si trovano i soldati, i pompieri e i piloti

Leggi il resto

Iran.Acesso all'istruzione

Iran.Acesso all'istruzione

Un esperto ONU sull’Iran solleva il tema dell’«accesso all’istruzione» in un seminario del parlamento britannico

Leggi il resto

UE. Accordo sui controlli bancari

UE. Accordo sui controlli bancari

I Ministri delle Finanze dell’Unione Europea si sono accordati , dopo tre mesi di negoziati e una lunga maratona notturna, per un primo passo verso un sistema bancario unificato della Zona Euro, assegnando la vigilanza bancaria centralizzata alla Banca centrale europea (BCE), che supervisionerà le banche dei 17 paesi dell’Euro con patrimonio superiore a 30 miliardi (o al 20% del PIL di un singolo Paese), e le banche che sono state sostenute con iniezione di capitali dell’Eurozona nell’ultimo periodo.

Leggi il resto

130 Paesi riconoscono l'opposizione come legittima rappresentante della Siria

130 Paesi riconoscono l'opposizione come legittima rappresentante della Siria

di Marco Pezzoni. Riuniti a Marrakesh, i Paesi che si sono autodefiniti " Amici della Siria"hanno riconosciuto la Coalizione nazionale guidata dallo sceicco Al-Khatib come unica autorità legittima del Paese. Una mossa politica che punta ad isolare del tutto Bashar al Assad, seppellire ogni residuo margine di mediazione e puntare esclusivamente sulla vittoria dell'opposizione al regime. Dopo 42 mila morti e 20 mesi di guerra civile, forse, lo stallo si sta spezzando non solo sul piano politico-diplomatico, ma anche su quello militare.

Leggi il resto

Cina: con Xi Jinping i sessantenni al potere

Cina: con Xi Jinping i sessantenni al potere

di Marco Pezzoni. Il 18° Congresso del partito comunista cinese ha sancito l'ascesa al potere dei sessantenni . Xi Jinping è diventato il nuovo segretario del partito e, presto, diventerà Capo dello Stato. Con una novità di rilievo: è stato nominato da subito anche presidente del comitato politico che contolla le forze armate, l'esercito più numeroso al mondo. Questo significa forse conferirgli un maggior peso sia per quanto riguarda il suo ruolo internazionale, sia per quanto riguarda la questione delicatissima delle riforme interne.

Leggi il resto

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

Referendum Lombardia tra crisi dello Stato e derive centrifughe, tra muscoli e furbizie politiche

di Marco Pezzoni. Domenica 22 ottobre 7 milioni e 700 mila lombardi verranno chiamati ad un Referendum consultivo e senza quorum per pronunciarsi sulla richiesta di maggior autonomia della Lombardia. Nella stessa giornata si tiene in Veneto un Referendum simile, però con quorum, cosa che dimostra la maggior sicurezza del gruppo dirigente leghista in quella regione. In Lombardia si voterà con voto elettronico e ogni seggio elettorale sarà dotato di tablet. Metodo di voto nuovo che è servito a distrarre dal significato e dalla portata di questo referendum. Ad esempio che nelle intenzioni dei promotori non c'è alcuna volontà di tenere in seria considerazione lo spirito dell'articolo 75 della Costituzione italiana là dove recita "Non è ammesso il referendum per le leggi tributarie e di bilancio", visto che il cuore della propaganda dei due Governatori leghisti Maroni e Zaia è il differenziale fiscale tra quanto Lombardia e Veneto "regalano" allo Stato e alle regioni del Sud e quanto ricevono. Il centrodestra in Lombardia e in Veneto dimostra comunque di avere una strategia politica e propagandistica se non altro pensata e concordata, chiaramente strumentale ma efficace. Invece il PD, dopo la sconfitta del 4 dicembre sul referendum costituzionale, si mostra incerto e confuso sia nella strategia che nella tattica. Il suo segretario Matteo Renzi è in giro col suo "tour in treno", totalmente assente dalla partita che si gioca nel Nord italia. continua>>
Altro…