Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali
Fatti riconoscere
This Logo Viewlet registered to qPloneSkinBusiness4 product
Tu sei qui: Home Democratici Nel Mondo

Democratici Nel Mondo

Entre dictature des marchés financiers et «Europe allemande»

Entre dictature des marchés financiers et  «Europe allemande»

La crise internationale n’est pas qu’économique et financière, elle concerne les rapports de force politiques dans un monde globalisé. Derrière ce qu’on appelle “les marchés” il n’y a pas que des forces anonymes mais différentes expressions du capital financier mondial : les puissants lobbies financiers basés aux USA ainsi que les agences de notation, proches du parti républicain, dominent les marchés depuis trente ans et n’ont jamais accepté le projet de création d’une monnaie unique européenne, capable de limiter le poids du dollar comme monnaie de réserve et de symboliser l’Union de l’Europe.

Leggi il resto

YEMEN: FINALMENTE LE ELEZIONI!

YEMEN: FINALMENTE LE ELEZIONI!

Milioni di yemeniti, insieme con la comunità internazionale, stanno attentamente osservando le controverse elezioni presidenziali del paese, che si svolgeranno il 21 Febbraio. Queste elezioni stanno provocando controversie tra gli yemeniti, e sono considerate dagli analisti politici e dalla comunità internazionale come la migliore soluzione per la difficile crisi del paese.

Leggi il resto

JURIJ LUCENKO E JULIJA TYMOSHENKO: LA DEMOCRAZIA IN UCRAINA E' SEMPRE PIU' DEBOLE

JURIJ LUCENKO E JULIJA TYMOSHENKO: LA DEMOCRAZIA IN UCRAINA E' SEMPRE PIU' DEBOLE

Per l'ex-Ministro degli Interni - in detenzione preventiva dal 26 Dicembre 2010 - chiesti quattro anni e mezzo di carcere nonostante le deposizioni a favore dell'innocenza dell'imputato da parte di quasi tutti i testimoni. Le autorità carcerarie ostacolano le visite dell'équipe di medici occidentali alla Leader dell'Opposizione Democratica richiesta da una mobilitazione europea.

Leggi il resto

GLI USA RISCOPRONO LA DEMOCRAZIA IN MEDIO ORIENTE ED EUROPA ORIENTALE

GLI USA RISCOPRONO LA DEMOCRAZIA IN MEDIO ORIENTE ED EUROPA ORIENTALE

Alleanza tra il Segretario di Stato americano, Hillary Clinton, e il Ministro degli Esteri polacco, Radoslaw Sikorski, per la lotta ai regimi dittatoriali in Siria e Ucraina. Il Presidente statunitense, Barack Obama, ripristina il rapporto con la Georgia in ambito politico ed economico.

Leggi il resto

Azioni sul documento
Share |
Editoriale

La nostra Europa: unita, democratica e solidale o non sarà

di Marco Pezzoni. A sessant'anni dai Trattati di Roma l'Unione Europea ha perso la sua spinta propulsiva, la sua parabola comincia a declinare. Dai 6 Paesi fondatori si è allargata fino a comprenderne 28, per poi cominciare a perdere pezzi con la Brexit e ad arenarsi sul culto dell'austerità in economia. Da “gigante economico e nano politico”, quale è stata definita, con la più recente globalizzazione comincia ad essere messa in discussione anche la sua forza competitiva sui mercati mondiali, la sua capacità di creare lavoro e garantire un modello di welfare universale e inclusivo. Le nuove sfide globali la trovano impreparata e divisa: la finanziarizzazione dell'economia; un disordine internazionale caratterizzato da un multipolarismo anarchico e turbolento che vede emergere nuove potenze mondiali, Cina innanzitutto; Il Medioriente in fiamme; ondate migratorie crescenti. A metà del guado, l'Europa non ha più la volontà di completare la sua rivoluzione democratica costituendosi in Stati Uniti d'Europa. continua>>
Altro…